Perchè cucinare è il solo modo che abbiamo di rendere piacevole il nostro nutrimento.

domenica 25 luglio 2010

MACEDONIA DI VERDURA


Dopo che ieri sera ci siamo abbuffati di roba fritta all'aperitivo organizzato da mia sorella, questa mattina avevo due borse sotto agli occhi che sembravano salvagenti. Tutta colpa del sale e dei grassi assunti!
Per cui oggi mi sono imposta di stare leggera.
Così a pranzo, oltre ad una normale insalata di cereali (lo devo ammettere, anche se con qualche aggiunta personale, ho usato il condiriso), ho preparato una macedonia di verdure.
Io e mio marito consumiamo spesso verdura cruda, sia a pranzo che a cena. Un pinzimonio, ma senza l'olio e il sale.
Tanto per proporre gli stessi ingredienti in un formato differente, ho tagliato a cubetti la verdura fresca che abbiamo comprato questa mattina al mercato a Bertinoro:

mezzo peperone rosso
1 pomodoro
mezzo cetriolo
mezzo finocchio (ho lavato e utilizzato anche la parte delle foglie, che sono più saporite: le ho tritate e messe insieme al condimento)
2 carotine dolci (anche se è raro ormai trovare carote che sappiano di carote)

Come mi ha insegnato mia nonna, ho messo un pizzico di sale, mescolando e lasciando riposare per qualche minuto: in questo modo la verdura comincia a insaporirsi e a rilasciare acqua. Così quando ho aggiunto l'olio d'oliva prima di servire in tavola, ne è bastato solo un goccio- per dare sapore e non per rendere le verdure meno "asciutte".
Oltre a me, anche Ale ha apprezzato!

1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina